La sanificazione di una Mercedes 560SL R107

Mercedes 560 SL del 1988…c’è sempre una prima volta…ma non mi riferisco solo alla macchina!

Da dove inizio, vediamo…facciamo cosi…iniziamo dalle foto finali quindi il lavoro finito.

Cosa abbiamo applicato come protettivo finale? Non potevamo che applicare uno dei nei nostri prodotti di punta, ovvero Gyeon Quartz Mohs+ un protettivo nanotech composto da due prodotti, Base e Phobic  che creeranno una barriera idrofillica che permetterà all’acqua di non aderire sulla superficie scorrendo sulla carrozzeria. Risultato estetico fantastico, gloss pazzesco…ma questo è il lavoro finale…quello di cui vi vorrei parlare maggiormente è il work in progress che si è rivelato ogni giorno un sorpresa…da dove iniziare…

Inizio dalla pulizia esterna della vettura. Di seguito trovate le foto dei passa ruota sporchi di terra, trovate le foto di tutta la terra che abbiamo iniziato a tira fuori smontando piano piano, pezzo dopo pezzo tutto il frontale con il pesantissimo paraurti anteriore e quello posteriore, trovate le foto della bulloneria sporchissima e messa a pulire e trovate le foto degli interni interamente smontati…e li la storia si fa interessante.

Forse avrei dovuto chiamare Jessica Fletcher o Don Matteo…

Sarò sincero avevo un’idea ben precisa del lavoro da dover fare su questa vettura, ma più andavamo avanti a smontare e più qualcosa non quadrava e la notevole quantità di terra nascosta ne è la conferma. Smontavamo pezzetto dopo pezzetto e non vedevamo la fine.

Vabè riusciamo a liberare la scocca da, paraurti e relativi pezzi e passiamo all’eliminazione dei bozzetti su un pò tutta la carrozzeria:

Domanda mia a Giovanni :”apriresti il portabagagli?”

Giovanni: Simo…ehm…non si apre…

Io: come non si apre, questa si apre tutta insieme quando apri la macchina con la chiave…

Giovanni: eh ma non si apre…

Ragazzi era rimasto chiuso il portabagagli e la centralizzata non funzionava più cosi di punto in bianco e la chiave dedicata al bagaglio non esiteva…eravamo nei casini. 

In accordo con il proprietario decidiamo di chiamare un elettrauto ma durante i giorni di attesa ci portiamo avanti con il lavoro. Lucidiamo la vettura che era piena di swirl e rid a più non posso, qualche piccola parte scoperta di trasparente dalle non accurate vecchie lucidature, finiamo e passiamo agli interni. 

L’interno aveva un arietta un pò strana…come se puzzasse di pipì…ma forse era un’impressione nostra, sapete le auto d’epoca tra vecchiaia, materiali diversi rispetto a quelli di adesso e vita vissuta camuffano sempre alcuni odori al loro interno. Comunque smontiamo gli interni e troviamo terra anche li con dentro ormai incastonate alcune monete statunitensi davvero difficili da staccare dalla carrozzeria. Ci riusciamo ed andiamo avanti.

Solleviamo il tappetino del lato passeggero ed iniziamo a capire qualcosa…troviamo un accenno di nido di topo, con secondo me, annesso topo ormai “rinseccolito”, peli, una ghianda mangiata, escrementi e fili scoperti e mangiucchiati…non potete capire che schifo, scorrendo giu vi faro notare a quale foto mi riferisco. Ecco da dove arrivava la puzza di pipì! Ne prendiamo atto, puliamo bene la parte e tutto l’interno e pensiamo che il problema della centralizzata fossero proprio questi fili mangiati. Ma qualcosa continua a non quadrare, la puzza un pochino perdura. 

Nel mentre stavamo terminando l’abitacolo arriva l’elettrauto e li ringrazio che sia successo il problema della centralizzata.

Mi da conferma che non sono quei fili mangiati il problema ed iniziamo a smontare il cassetto porta oggetti…ragazzi…quello che c’èra li dentro era qualcosa di davvero disgustoso…il nido completo era all’interno del cruscotto ed usciva una puzza allucinante e molte parti piene di pipì…ci siamo presi di coraggio ed abbiamo smontato tutto. Il lavoro di pulizia e disinfestazione è stato davvero intenso ed approfondito, abbiamo smontato anche tutto il contachilometri e le bocchette dell’aria…

Fatto tutto l’interno, rimontiamo la centralina riparata (vi era entrata acqua) dall’elettrauto per la centralizzata, riusciamo finalmente ad aprire il vano porta bagagli, procediamo con l’eliminazione dei bozzetti, eseguiamo la fumigazione, ma di quelle “esagerate”…insomma…la macchina era terminata, il protettivo Mohs + era l’ultima cosa da applicare.

Qualcosa però mi mancava, qualcosa non mi quadrava nei miei pensieri: ma sto topo li dentro, come si era infilato? Mi viene un dubbio e verifichiamo il filtro anti polline, ma questa vettura non aveva filtro anti polline ma un sistema con un motorino a palette che spingeva l’aria senza filtrarla infiliamo la vista al suo interno con difficoltà e cosa ti trovo…Noooo altri peli…cavolo…era entrato da li infatti nelle parti più basse di quel vano motore che è davvero enorme vi erano tracce del “sorcio”.

Ecco il motivo della centralina bagnata: quel mini nido di peli vicino al motorino di scambio dell’aria tappava completamente gli sgocciolatoi, che prontamente abbiamo provveduto a disostruire. 

Ragazzi nessun problema, abbiamo risolto anche questo…il lavoro eseguito è stato davvero incredibile dalla lucidatura, agli interni, alla pulizia della lamiera interna arrivando fino alla pulizia dei fari interni pieni di terra anche loro, anche per quelli un lavoro molto approfondito, perche quei fari non si posso aprire. 

Come sempre le foto non sono poche, mi scuso ma viene davvero difficile riassumere un lavoro di questo tipo con 20 o 30 immagini.

Come vedete anche davanti all’imprevedibile non ci perdiamo d’animo.

P.S: Questo fantastico Pagoda è ancora prima vernice 😉

Situazione dei passaruata.

Presenza di difetti sulla carrozzeria.

Paraurti completamente pulito.

Nella parte evidenziata in rosso evidente presenze di escrementi di topo.

Il primo indizio della presenza di topo dentro la vettura.

L’assoluta certezza di una vecchia nidata di topo dentro la vettura.

Presenze anche nella parte di entrata dell’aria.

One thought on “La sanificazione di una Mercedes 560SL R107

  1. Buonasera vorrei cortesemente un chiarimento visto che leggendo i vostri capolavori noto con piacere che siete un’azienda con una professionalità altissima.Dopo che l’autovettura viene completamente verniciata ha bisogno di essere lucidata?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *